Bonifica microspia: ripristinare la privacy con la bonifica ambientale

L’utilizzo di microspie, cimici e registratori è sempre più comune quando si ha a che fare con attività di spionaggio.

Eseguire una bonifica microspia è un’attività tutt’altro che semplice, dal momento che la tecnologia avanza rapidissimamente.

Gli strumenti necessari a rilevare questi tipi di dispositivi, infatti, sono sempre più sofisticati e chi li utilizza deve essere sempre aggiornato, per non farseli sfuggire.

Vuoi sapere come agisce un investigatore privato, per individuare e rimuovere tutte le microspie, durante una bonifica ambientale? Continua a leggere, per scoprire anche quali sono i tipi di microspie in circolazione.

Bonifica microspia: conoscere i diversi tipi di microspie

Con il progresso tecnologico, i dispositivi di spionaggio come microspie, cimici e microcamere, diventano sempre più piccoli e facilmente occultabili.

Per questo, in caso di dubbi, è fondamentale rivolgersi ad un professionista che, con la sua esperienza e la strumentazione adatta, saprà attuare una bonifica microspia completa e totale, ripristinando privacy e sicurezza.

Le tecnologie utilizzate al giorno d’oggi, permettono una suddivisione delle microspie in analogiche, analogiche criptate e digitali.

  • Le microspie analogiche Questo tipo di microspie sono in grado di trasmettere continuamente, o di attivarsi in base ad alcuni stimoli, come il movimento o la voce. Generalmente, la potenza non supera i 250 mW, ma le più potenti possono arrivare anche a 1000 mW.
  • Le microspie analogiche criptate Il funzionamento è uguale alle precedenti ma, in questo caso, dispongono di un circuito di criptazione. Questo meccanismo che cripta la trasmissione della voce, impedisce l’intercettazione con un comune scanner. Per ottenere una bonifica microspie totale, è importante utilizzare i giusti strumenti, per poter individuare tutti i dispositivi di spionaggio occultati sul “luogo di cattura”.
  • Le microspie digitali Grazie all’impiego di tecnologie militari, queste microspie sono ancora più difficili da individuare, infatti non possono essere “ascoltate”. Il ricevitore, oltre a svolgere la sua funzione di ricevere l’audio, è in grado anche di impartire dei comandi alla microspia. Ad esempio, può essere attivata a piacimento, può essere modificato il livello di potenza e la sensibilità del microfono, oltre ad altri parametri che permettono uno spionaggio ancora più efficace.

All’interno di ognuna di queste macro categorie, esistono diverse varianti.

Alcune di queste utilizzano microfoni molto semplici, altre più sofisticati apparecchi di registrazione, in grado anche di registrare soltanto la voce umana, escludendo ogni altro rumore.

Le microspie GSM, invece, sono quelle più utilizzate per le linee telefoniche.

Una bonifica microspia telefonica va alla ricerca di questo tipo di apparecchi, in grado di comunicare anche la posizione geografica attraverso una triangolazione con le celle telefoniche.

Allo stesso tempo, possono essere presenti microspie che non trasmettono di continuo, ma registrano l’audio ed inviano la registrazione su richiesta o ad intervalli programmati. Si tratta della tecnologia che utilizza la rete Wi-Fi, GPRS, UMTS o LTE.

Quest’ultima tipologia di microspie, quindi, non può essere rilevata da strumentazione che rileva la trasmissione radio.

Da questa breve panoramica, risulta chiaro quanto sia complesso effettuare una bonifica microspia che sia totale ed efficace. I due requisiti fondamentali sono: strumentazione adatta ed esperienza.

Soltanto così la privacy sarà ristabilita e non ci saranno rischi per le informazioni trattate.

Se hai dei dubbi e pensi che ci siano microspie nel tuo ambiente di lavoro, nella tua abitazione, all’interno della tua auto o che qualcuno stia spiando le tue comunicazioni telefoniche, non attendere ancora e rivolgiti alla Tony Ponzi Investigazioni.

Scopri di più sui servizi dedicati appositamente alle bonifiche ambientali, tra cui la bonifica microspie.

Come avviene l’attività di bonifica microspia

Se sceglierai la Tony Ponzi Investigazioni per una bonifica microspia dei tuoi apparecchi e locali, avrai l’occasione di conoscere i nostri professionisti durante una consulenza gratuita e senza impegno.

Studieremo insieme le tue necessità e i tuoi dubbi, al fine di identificare la migliore strategia investigativa. Per la bonifica ambientale di locali come quelli aziendali o l’abitazione, è preferibile scegliere un momento in cui non sono frequentati, come il weekend o le ore notturne.

Procederemo, quindi, con un sopralluogo per verificare i rischi e stabilire le procedure di messa in sicurezza.

Dopo di che, effettueremo una verifica visiva, sfruttando l’occhio esperto dei nostri investigatori, accompagnata da una verifica strumentale, impiegando tecnologie aggiornate e di ultima generazione.

Attraverso questi controlli, è possibile rilevare eventuali trasmissioni abusive e scovare i punti più vulnerabili.

Dopo la rimozione dei dispositivi di spionaggio rilevati, penseremo a mettere in sicurezza gli spazi che si prestano meglio all’occultamento di microspie, in modo da ostacolare un eventuale tentativo di spionaggio in futuro.

Al termine della bonifica ambientale, analizzeremo i dati raccolti stendendo un report dettagliato del lavoro svolto.

 

Ti senti spiato? Non vuoi far trapelare informazioni e dati riservati? Affidati a noi.

 

 

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Categorie